RITUALE DEL FUOCO PER HALLOWEEN - Miky Botti
984
post-template-default,single,single-post,postid-984,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive

RITUALE DEL FUOCO PER HALLOWEEN

RITUALE DEL FUOCO PER HALLOWEEN

Halloween

Dopo aver letto tutte le belle cose sulla vera essenza di Samhain, voglio condividere con voi questo semplice rituale del fuoco per Halloween che ognuno può fare.

Senza essere una strega, un esperto esoterico o altro…

Non c’è proprio bisogno di avere un altare o di avere chissà quali accessori alla Harry Potter.

Certo se l’avete è meglio (ma se l’avete sapete già fare altri rituali più complessi).

La magia è una cosa semplice, arriva dal cuore e ognuno può far capitare cosa magiche nella propria vita semplicemente aprendosi, senza giudizio e credendo nel proprio potere personale.

Ma veniamo a noi.

PERCHE’ IL FUOCO

rituale fuoco

Abbiamo detto che Samhain assottiglia il passaggio tra il mondo del visibile e quello dell’invisibile.

Come nelle atre feste celtiche, anche a Samhain il fuoco aveva un ruolo importante, considerato simbolo della scintilla della vita futura che rifiorirà in primavera.

Alla vigilia  della festa, tutti i fuochi delle case venivano spenti e la gente si raccoglieva sulle cime delle colline dove veniva preparato un grande falò.

Tutti attendevano in silenzio e nell’oscurità che trascorresse l’ora fatale tra le stagioni.

Poi il sacro fuoco veniva acceso dai Druidi e la gente festeggiava con grande gioia. All’alba ciascuno avrebbe preso una torcia dal falò per riaccendere il proprio focolare domestico.

Il fuoco di Samhain era anche un faro e una guida per le anime perdute, le quali potevano usare la sua luce per andare o tornare nel loro luogo di riposo. Echi dei fuochi di Samahin permangono nelle candele collocate all’interno di zucche intagliate a forma di testa umana.

Questo è ‘il momento per ricordare i nostri antenati e i nostri amati che ci hanno salutati, per ringraziali perché ciò che siamo oggi è grazie a loro.

E’ un momento solenne che dovrebbe tendere alla contemplazione del mistero della vita e della morte come insegnato dagli antichi.

Samhain e’ tempo per l’introspezione, per svuotare il falso della nostra mente, cuore e anima.

Un momento per guarire la fonte delle nostre ferite più profonde e quelle che abbiamo inferto agli altri, prima che il tempo ci sorpassi.

E’ anche il momento in cui possiamo imparare a vedere chiaramente la natura delle nostre motivazioni e al risultato delle nostre azioni.

Questa è una notte per onorare gli antenati, per celebrare le loro vite e per rispettare le loro memorie.

E infine, è un momento in cui le famiglie si riuniscono e ascoltano i racconti sulla vita dei bisnonni, le leggende sui re e i suoi cavalieri.

RITUALE DEL FUOCO

Camminata sul Fuoco per il Solstizio d'Estate - Biandronno (Va), Sabato 2  Luglio dalle ore 20.30 alle 23.00 circa

Premessa: quando si lavora con questo elemento (che sia all’aria aperta o in casa) prestate tutte le attenzioni del caso, per evitare di farsi male e di dare fuoco a qualcosa.

Ricorda: questo è un momento per lasciare andare, fare spazio, lasciare che la terra accolga quello di cui ci vogliamo liberare e lo trasformi per restituirci il seme del nostro futuro, quello che conserveremo nel nostro grembo fino a Beltane (momento di rinascita).

  • Pensa a ciò che vuoi lasciare andare, che non ti serve più per andare avanti, può essere una persona, un sentimento, un’emozione, una cosa…qualsiasi cosa ti freni dall’essere quello che vuoi essere. Non generalizzare, sii preciso e, nel caso di persone, pensa proprio a nome e cognome.
  • Crea un oggetto di potere che incarni quello che vuoi lasciare andare. Può essere qualsiasi cosa, un bastone con un filo avvolto, un foglietto da bruciare, un sasso da poter sotterrare, un disegno simbolico, un fantoccio…
    Lasciati ispirare. Qualunque cosa tu scelga per rappresentare il tuo oggetto di potere, sappi che lo scopo è quello di impregnare questo oggetto del pensiero, del comportamento, di tutto quello che senti di lasciare andare.
    Mentre lo crei pensa intensamente a quella cosa di cui ti vuoi liberare. Non preoccuparti se pensi a una persona non è che questa morirà, si alleggerirà solo la sua presenza nella tua vita).

    Per fare “entrare” la credenza nell’oggetto puoi cantare una canzone, tenere l’oggetto in mano mentre fai una piccola visualizzazione e ti concentri sul trasferimento di quel tuo sentimento, nell’oggetto.
  • Prepara il fuoco. Può essere un falò, una candela accesa, un camino…fai sempre attenzione. Durante la preparazione puoi fare quello che vuoi, accendere incensi, ballare, ascoltare musica. L’importante che tu sia sempre presente al tuo intento, non distrarti.
  • Pensa alla tua intenzione: “voglio lasciare andare la mia cattiva abitudine a giudicarmi negativamente e voglio imparare ad amarmi di più“; oppure “voglio interrompere questa relazione con… che sento essere tossica e negativa per me e voglio imparare a circondarmi di persone benefiche per me“. L’importante che non vengano mai usate forme negative tipo “non voglio” cerca sempre di mettere le frasi al positivo: “non voglio avere quella persona nella mia vita” diventa “voglio che quella persona smetta di essere presente nella mia vita” e così via.
  • Chiedi mentalmente aiuto agli antenati: rivolgiti ai tuoi antenati e chiedigli aiuto per lasciare andare questa cosa.

Scegli quello che preferisci e ti consiglio di preferire quello di cui fai più fatica a liberarti. Le energie di questo momento faranno una grande parte solo perché hai avuto il coraggio di formulare la giusta intenzione e chiedere aiuto agli antenati.

  • Ora siediti in silenzio: respira tranquillamente qualche minuto. Arriverà il momento in cui ti sentirai pronto a lasciare andare il tuo oggetto di potere nel fuoco. A quel punto fallo con convinzione e senza ripensamento. Ringrazia il fuoco che ti sta aiutando in questo processo di lasciar andare, purificando la tua energia e preparandoti al nuovo.
    Ringrazia gli antenati e gli spiriti che ti hanno aiutato in questo rituale.
  • Fine: quando senti di aver finito, se hai una candela spegnila, se sei davanti al fuoco lascialo andare, se sei davanti a un falò puoi fare quello che vuoi, canta, balla, racconta storie sui tuoi antenati.

Buon Samhain!


No Comments

Post A Comment